È arrivato il momento… impara a dire NO!


Quante volte nella vita non hai saputo dire di no? Se dopo aver letto questa domanda ti è scappato un sorrisino, è probabile ti sia capitato spesso. Sei sempre pronto a risolvere ogni minima difficoltà dei tuoi figli, oppure ai colleghi di lavoro che ti chiedono di rimpiazzarli rispondi sempre sì e sei lì a farti in quattro. Con gli amici, poi, ci sei sempre, anche quando in realtà vorresti solo buttarti a letto o in una vasca da bagno calda e ti piacerebbe che ti lasciassero in pace. Invece no, sei lì pronto ad aiutare tutti. Forse, in qualche momento, ti è anche sorto il dubbio: serve davvero dire sempre di sì?


COSA PUOI FARE

Innanzitutto, cosa significa? Perché lo fai? Forse pensi che dire di sì serva a farti accettare, che sia buona educazione. O magari lo fai anche quando vorresti dire di no perché pensi che rischi di perdere un’opportunità unica. Il più delle volte, invece, se lo fai malvolentieri, dire di sì dà come risultato tutto il contrario. Ebbene, ti voglio dare due consigli per imparare a dire di no. Sono solo due perché così ti vengono in mente subito la prossima volta che ti troverai di fronte al bivio dire di sì o dire di no. Io li sperimento su di me e li uso, perché mi sono trovata in più di un’occasione a complicarmi la vita e a dover affrontare un vero mare di guai, dicendo di sì a cose a cui avrei voluto davvero dire di no.


FERMATI UN ATTIMO A RIFLETTERE

La prossima volta che stai per dire di sì in automatico a una richiesta che ti viene fatta, fermati un attimo e pensa bene come ti senti in quel momento, sia fisicamente che psicologicamente. Pensa alle tue esigenze e poniti alcune domande ben precise: come mi sento rispetto a questa richiesta? Cosa voglio davvero? Se rifletti su questo, capirai subito se dire sì o meno. Lo sentirai dentro. Se hai l’energia giusta, sei entusiasta e organizzato, hai tempo e ti rende felici fare ciò che ti viene chiesto, allora va benissimo che tu dica di sì. Ma se non fosse così, dire di sì ti porterebbe a fare tutto malvolentieri. Non faresti bene ciò che ti hanno chiesto, con il risultato di andare incontro a una serie di complicazioni. E non sentirti egoista o in colpa: la tua decisione dipende da come ti senti. È sempre meglio la risposta sincera e negativa, che un sì detto malvolentieri. Se non sei capace di dire un no sincero, non potrai ma nemmeno dire un sì vero.


IL DINIEGO VA SEMPRE MOTIVATO

Ed eccomi al secondo consiglio pratico: quando dici di no, spiega perché lo stai facendo. Spiegalo con chiarezza, con onestà. Di nuovo, senza alcun bisogno di sentirti in colpa. Quindi, mettiti a posto con te stesso. Non stai dicendo di no agli altri, stai dicendo di sì a te stesso. E se non sai dire di sì veramente a te stesso, non potrai mai dire un sì vero agli altri. Quindi, se hai deciso con consapevolezza che in quel momento il no è la migliore soluzione per te, gli altri di conseguenza capiranno. Accetteranno la tua decisione e molto spesso anzi l’apprezzeranno. Perché apprezzeranno la tua onestà. Ricordati, quindi, di dare una risposta chiara e anche di proporre eventualmente una soluzione.

Lucia Giovannini, mental coach

60 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.