Bio postural test


La postura è in senso generico la posizione del corpo nello spazio e la relazione tra i suoi segmenti corporei. Una corretta postura corrisponde alla posizione più idonea del nostro corpo nello spazio per attuare le funzioni antigravitarie con il minor dispendio energetico. Pertanto è fondamentale averne cura. Il Bio Postural Test è un esame non invasivo effettuato mediante una pedana “baropodometrica” e di un “podoscan” per la valutazione posturale globale. Tali valutazioni constano degli esami di baropodometria (studio dell'appoggio podalico, distribuzione dei carichi sui piedi e posizionamento del baricentro corporeo) in statica e in dinamica, di stabilometria (valutazione dell’equilibrio) e di morfologia del corpo e del piede, quest’ultimo tramite scannerizzazione dell’appoggio plantare al suolo. L'inquadramento diagnostico delle alterazioni è effettuato studiando sia i dati derivanti dagli esami strumentali che da una valutazione clinica dell’apparato muscolo scheletrico, che i sistemi recettoriali (vestibolari, mandibolari, oculari). Un disturbo a uno solo di questi apparati crea "fastidi" a tutto il sistema e conseguentemente a tutto il corpo.

La valutazione posturale viene completata con una valutazione biometrica computerizzata con ricostruzione tridimensionale della colonna e, cosa non trascurabile, senza l'utilizzo di radiazioni.


IL MOMENTO MIGLIORE PER FARE IL BIO POSTURAL TEST

Questo esame, non essendo invasivo, può essere fatto sia in età evolutiva che in età adulta, consente un intervento preventivo, curativo medico, chirurgico e, laddove necessario, riabilitativo. II primo approccio è consigliato verso i 6 anni. I bambini in fase di crescita assumono spesse volte e inconsapevolmente, posture sbagliate, rieducabili se prese per tempo e, in seguito, corrette. Le posture sbagliate, se protratte nel tempo, possono essere interpretate dal corpo come "normali" e difficili da rettificare.


COME SI STUDIA LA POSTURA E CON QUALI STRUMENTI

Gli esami sono completamente non invasivi, accompagnati da un referto indicizzato unico al mondo denominato "I.B.P. Indice Bio Posturale", che indica con chiarezza allo specialista i discostamenti rispetto alla fisiologia e, cosa non da poco, facilita al paziente la comprensione della diagnosi. È oramai chiaro che il Bio Postural Test indaga su una serie di problematiche, riconoscibili attraverso il supporto

di una serie di valutazioni:

• Stabilometrica: l'esame stabilometrico viene eseguito a occhi aperti e chiusi, per valutare i disturbi dell'equilibrio, compresi gli spostamenti di pressione sui due arti inferiori.

• Statica: effettuata attraverso l'utilizzo di una pedana che rileva i punti di maggior carico sui due piedi e la posizione della proiezione al suolo del baricentro corporeo.

Dinamica: questo esame analizza la marcia e consente di valutare in successione le varie fasi del passo, visualizzando il centro di pressione del piede in ogni momento, oltre che il carico.

• Podoscan: scansione della pianta dei piedi sotto carico, con ricostruzione computerizzata dell’appoggio plantare e dei punti di maggior pressione. Sulla base di queste valutazioni è anche possibile, laddove vi sia l’indicazione, la costruzione di plantari ortopedici su misura.

106 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.