Cereali, amici dell’intestino


Con i cereali si ha una migliore igiene e benessere intestinale. Un piatto di pasta resta nello stomaco oltre tre ore, mentre uno di riso, farro o di un altro cereale, solo un’ora. I cereali sono più piccoli in volume della pasta e lasciano prima la cavità gastrica. Sono alimenti vivi: contengono tutti i principi nutrizionali attivi in grado di generare germogli. La farina e gli alimenti da essa composti, invece, sono morti e hanno dosi di glutine che può risultare aggressivo nell’intestino. I cereali aiutano ad avere una sana igiene intestinale.


OCCHIO ALLA STAGIONALITÀ

La produzione dei cereali dipende molto dalle zone di origine. L’avena, la segale e il grano saraceno, ad esempio, sono tipici dei paesi freddi. Il loro consumo, quindi, aiuta a sopportare meglio il clima rigido. Viceversa, mais, orzo, miglio e riso sono originari di aree calde. Per questo sono particolarmente adatti alla tavola della bella stagione.


AVENA

Lava accuratamente i chicchi in acqua fredda corrente più volte, quindi metti in ammollo una parte di avena in tre parti di acqua per una notte. Poi cuoci con la stessa acqua dell’ammollo. Porta al bollore, aggiungi il sale e lasciare cuocere a fuoco moderato per 50-60 minuti: in questo tempo, dovrebbe assorbire tutta l’acqua. In pentola a pressione richiede 35-40 minuti. Lascia riposare per almeno 10 minuti prima di servire. Per la preparazione di minestre e zuppe potrebbe essere necessario aumentare la quantità di acqua e prolungare il tempo di cottura.


BULGUR

È grano integrale precotto e spezzato. Non richiede di essere lavato prima della cottura. Bisogna mettere in pentola acqua e bulgur in volumi uguali e far andare per circa 15-20 minuti in una casseruola che sia chiusa con il suo coperchio.


FARRO DECORTICATO

Non è necessario metterlo in ammollo. Lava i chicchi in acqua fredda corrente più volte. Metti in pentola una parte di farro con tre parti di acqua e aggiungi il sale. Cuoci per circa un’ora e mezza nella pentola normale. La cottura in pentola a pressione richiede un’ora e non è necessario mescolare. A cottura ultimata, lascia riposare per una decina di minuti fino al completo assorbimento dell’acqua.


FARRO PERLATO

Lava brevemente i chicchi in acqua fredda. Metti in pentola una parte di farro con due parti di acqua e aggiungi il sale. Cuoci per circa 25-30 minuti nella pentola normale, a fuoco lento. Questo procedimento va bene anche per zuppe e minestre, usando brodo invece di acqua o facendo cuocere con le verdure e altri ingredienti, senza lasciare asciugare troppo.


FRUMENTO

Per prima cosa lava bene i chicchi in acqua fredda corrente più volte. In una pentola aggiungi a una parte di frumento tre parti di acqua oppure brodo vegetale già caldi, quindi porta a ebollizione. Aggiungi il sale e abbassa la fiamma. Fai cuocere lentamente per circa un’ora. La cottura in pentola a pressione è più rapida: richiede circa 40-45 minuti.


GRANO SARACENO

Lava con attenzione i chicchi in acqua fredda corrente più volte. Aggiungi a una parte di grano saraceno due parti di acqua o brodo vegetale già caldi. Porta a ebollizione, aggiungi il sale e abbassa la fiamma, quindi fai cuocere lentamente per 20 minuti circa.


KAMUT

È una particolare varietà di frumento e si cucina come il normale frumento in chicchi.


MIGLIO

Lava brevemente i chicchi in acqua fredda. Volendo insaporire maggiormente questo cereale, è possibile tostarlo leggermente nella pentola appena unta d’olio. Aggiungi due parti di acqua o brodo vegetale già caldi e il sale, quindi abbassa la fiamma. Fai cuocere lentamente per circa 20 minuti. L’acqua di cottura viene assorbita. Devi lasciare riposare una decina di minuti prima di servire.


ORZO MONDO (DECORTICATO)

Dopo aver lavato con molta cura i chicchi in acqua fredda corrente più volte, metti in ammollo una parte di orzo in tre parti di acqua per una notte, poi metti sul fuoco con la stessa acqua dell’ammollo. Porta al bollore, aggiungi il sale e lascia cuocere a fuoco moderato per un’ora. In questo tempo dovrebbe assorbire tutta l’acqua. In pentola a pressione richiede 40-45 minuti. A cottura ultimata, lascia riposare per almeno dieci minuti prima di servirlo. Tieni conto che per la preparazione di minestre e zuppe è necessario aumentare la quantità di acqua e prolungare il tempo di cottura. Se si desidera ottenere chicchi più morbidi e vellutati, si può prolungare l’ammollo fino a 24 ore oppure utilizzare l’orzo perlato.


ORZO PERLATO

Lava brevemente i chicchi in acqua fredda. Metti in pentola una parte di orzo con due parti di acqua e aggiungi il sale. Fai cuocere per circa 25-30 minuti nella pentola normale, a fuoco lento. Questo procedimento va bene anche per le zuppe di minestre, usando brodo invece di acqua oppure facendo cuocere con le verdure e altri ingredienti, senza lasciare asciugare troppo.


QUINOA

Per prima cosa lava accuratamente i chicchi in acqua fredda corrente più volte. Aggiungi a una parte di quinoa due parti di acqua o brodo vegetale già caldi, quindi porta a ebollizione, aggiungi il sale e abbassa la fiamma. Fai cuocere lentamente da 10 a 20 minuti secondo il gusto personale.


RISO INTEGRALE

Non serve ammollo. Lava i chicchi in acqua fredda corrente. Metti in casseruola una parte di riso con due di acqua e aggiungi il sale. Cuoci per un’ora (in pentola a pressione 40-45 minuti). Non serve mescolare in cottura. Appena pronto, lascia riposare dieci minuti fino all’assorbimento dell’acqua. Le diverse varietà di riso possono richiedere tempi di cottura diversi.


SEGALE

Lava bene i chicchi in acqua fredda corrente più volte. Metti in ammollo una parte di segale in tre di acqua per una notte. Cuoci con la stessa acqua dell’ammollo. Porta al bollore, aggiungi il sale e lascia andare a fuoco moderato 50-60 minuti. Dovrebbe assorbire tutta l’acqua (in pentola a pressione 35-40 minuti). Lascia riposare 10 minuti prima di servire. Per minestre e zuppe può essere necessario aumentare la quantità di acqua e prolungare il tempo di cottura.

158 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.