Ci vuole movimento…!


L’attività fisica dovrebbe far parte del nostro stile di vita per mantenere in salute l’intero organismo, ma nel caso in cui l’obiettivo sia quello di dimagrire esistono alcuni principi di base sempre validi. Innanzitutto, per diminuire la massa grassa, l’esercizio fisico deve essere costante. Oltre a scegliere uno sport e un’attività che ci piaccia, quindi, è bene seguire degli accorgimenti che ci facciano muovere il più possibile ogni giorno: abbandonare l’ascensore e fare le scale a piedi, preferire la bicicletta o una lunga camminata ai mezzi pubblici e all’automobile per gli spostamenti (se non per l’intero percorso che separa casa e luogo di lavoro, per esempio, almeno per una parte di esso), sfruttare un po’ del tempo libero per fare movimento... Non sono solo banali indicazioni, ma utili consigli per raggiungere più facilmente lo scopo, senza inutili sacrifici a tavola. Certamente anche l’alimentazione ricopre un ruolo essenziale nel caso in cui si voglia perdere peso, e soprattutto è bene evitare alcuni errori.


ALLENAMENTO A DIGIUNO? SÌ, GRAZIE!

Per dimagrire, molti consigliano di allenarsi a digiuno. "Se non si fa colazione, il lungo digiuno notturno prolunga la stimolazione del glucagone, un ormone che ha la funzione di ordinare al fegato di rilasciare il glucosio e garantire un adeguato livello di glicemia nel sangue in fase di digiuno e scaricare gli acidi grassi dagli adipociti” spiega il prof. Rossi. Per questo processo, ai fini della perdita di peso, i momenti della giornata migliori in cui svolgere attività sportiva sono quindi quelli lontani dai pasti. “Per contrastare l’eccesso di carboidrati assunti durante un pasto, invece, è bene muoversi dopo aver mangiato, per esempio facendo una camminata”.


COSA MANGIARE: PRIMA E DOPO

Per stare in forma e dimagrire bisogna associare all’attività fisica una corretta alimentazione. “Prima di svolgere dell’esercizio fisico l’ideale è un po’ di frutta” dice il professor Rossi. “Non bisogna caricare l’organismo di carboidrati, mentre si può scegliere di fare uno spuntino a base di piccoli pezzetti – come fossero caramelle, del peso di 10-20 gr – di formaggi a pasta dura”.

L’assunzione dei nutrienti dopo l’allenamento deve avvenire in più fasi:

• Innanzitutto è necessario alcalinizzare l’organismo e rifornirlo dei liquidi, delle vitamine e dei minerali di cui ha bisogno tramite centrifugati di frutta e verdura (come mela e carota, perché con l’associazione della verdura si introducono meno calorie rispetto alla sola frutta). Quando si bruciano grassi, infatti, si può formare acido nei tessuti ed è importante bloccare il fenomeno dell’acidificazione.

• Poi, entro le due ore – due ore e mezza dopo l’allenamento, si può ingerire una piccola dose di carboidrati costituita da cereali interi (riso, farro, quinoa, ecc.).

• Infine, si può prevedere un pasto a base di proteine e verdure.


BARRETTE E INTEGRATORI: SÌ O NO?

Spesso chi fa sport utilizza barrette e bevande energetiche per la propria alimentazione o al posto di pasti e spuntini. “È molto importante conoscere quello che contengono, perché bisogna sempre tenere sotto controllo il livello di glicemia nel sangue” spiega il professor Rossi. “Per integrare i minerali è invece sufficiente assumere la giusta dose di frutta e verdura”.

152 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.