Dove conservate i farmaci?


Beh, se la risposta a questa semplice domanda è “in bagno”, stiamo sbagliando! È il posto meno adatto della casa. Ma l’associazione di consumatori fornisce anche altre indicazioni per sistemare al meglio l’armadietto delle medicine. Nello specifico bene evitare di accumulare medicinali con gli stessi principi attivi ed è preferibile conservateli lontano dal calore e dall’umidità.


SOLO QUELLO CHE VI SERVE DAVVERO

Non avete bisogno di un analgesico per il mal di denti, di uno diverso per il mal di testa e di un altro per i dolori mestruali: nelle nostre case tendiamo ad accumulare confezioni di medicinali assolutamente sovrapponibili e che hanno lo stesso effetto e gli stessi principi attivi. I farmaci (tranne quelli che devono essere conservati in frigorifero), vanno conservati a temperatura ambiente, lontano da fonti di calore e di umidità.


L’ARMADIETTO IDEALE

Bisogna organizzarlo tenendo conto della composizione della famiglia: i medicinali per gli adulti devono essere separati da quelli per i bambini. È bene evitare di accumulare le confezioni, controllando cosa c'è, prima di andare in farmacia. Un armadietto delle medicine ideale dovrebbe contenere, oltre al materiale di primo soccorso (disinfettante, antisettico, cerotti, bende, termometro), solo i farmaci prescritti dal medico per curare una malattia acuta o cronica e pochi farmaci da banco: un analgesico-antipiretico per adulti e uno per bambini, un farmaco antiacido per i bruciori di stomaco, una pomata per arrossamenti, prurito e punture di insetti, una crema o gel per il dolore muscolare. Ma soprattutto l'armadietto in questione non deve trovarsi in bagno!

68 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.