E adesso datti un tono!

Noi donne pensiamo sempre alla zona gag - gambe, addominali e glutei - ma dobbiamo ricordare che anche le braccia devono essere toniche. Per questo allenamento ti serve un elastico da palestra, ma va benissimo anche un vecchio collant. Lavorare con l’elastico mi piace tantissimo perché si può usare ovunque. A seconda della lunghezza che scegli, cambia la resistenza. Considera, poi, che l’elastico deve lavorare sempre: deve essere in tensione, altrimenti vuol dire che, in realtà, non ti stai allenando. Tieni conto che ha una resistenza sia all’andata, quando tiri, sia al ritorno, quando rilasci. Stai molto attenta, dunque, a evitare l’effetto fionda. Ok allora, sei pronta per l’allenamento? Tieni una bottiglia d’acqua accanto a te per idratarti all’occorrenza e via!





1. Spalle

Blocca l’elastico sul fianco sinistro con la mano sinistra. Con il braccio destro, tiralo in diagonale verso l’alto. Mi raccomando, non alzare le spalle durante il movimento. Dopo tre serie da otto cambia lato.








2. Spalle

Impugna l’elastico alle due estremità e tienilo largo all’altezza delle cosce. Porta le braccia su e giù e fai correre l’elastico lungo l’addome. Tira e vai fuori con le estremità, quindi torna al punto di partenza. Fai due serie da otto, recupera un po’, quindi riparti con altre due serie da otto.





3. Braccia (tricipiti)

Con il braccio sinistro in alto, lascia cadere l’elastico dietro la schiena. Impugna l’altra estremità con il destro che fa da ancora. Stendi il braccio sinistro e torna giù. Dopo una serie da otto fermati con il braccio teso e spingi per qualche secondo verso il soffitto. Riparti con un’altra serie, qualche secondo di riposo e ultima serie. Cambia braccio e ripeti.





4. Dorsali

Porta la gamba sinistra in avanti e piegati leggermente. Blocca l’elastico sulla coscia sinistra con la mano sinistra. Allarga il gomito destro e comincia a tirare verso l’alto. Fai quattro serie da otto poi cambia braccio e fai altre quattro serie.








5. Spalle

Porta l’elastico di fronte a te, petto in avanti e tira le estremità verso l’esterno. Tienilo sempre in tensione. Forza, non mollare!










6. Spalle

Porta l’elastico dietro la testa, braccia alte. Tiralo fino ad arrivare all’altezza della nuca, quindi scendi e sali. Fai quattro serie da otto.








7. Braccia

Con il braccio sinistro blocca l’elastico all’altezza del fianco sinistro, poi stendi il braccio destro, tirando l’altro capo dell’elastico. Stendi e torna, stendi e torna. Ricorda: il fulcro del movimento è il gomito. Fai tre serie da otto per braccio.







8. Pettorali

Fai passare l’elastico sotto le ascelle, gomiti in linea con le spalle e accorcia la presa. Spingi in avanti e torna indietro (a). Fai quattro serie da otto. Subito dopo vai a incrocio: porta alternativamente il braccio destro sopra il sinistro e viceversa con l’elastico sempre in tensione (b). Fai quattro serie da otto.




9. Pettorali

Lascia l’elastico dietro le ascelle e chiudi le mani davanti al tronco. Unisci le mani sull’elastico, tieni i gomiti larghi e tira in avanti, leggermente verso il basso per otto volte. Poi alza le braccia verso il centro e tira otto volte. Fai la stessa cosa leggermente in su, poi di nuovo in mezzo, quindi in basso e, infine, di nuovo in mezzo.

Jill Cooper, personal trainer

178 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.