Lo stretching del mattino


Al mattino può capitare di sentirsi “incriccati”: i muscoli sono più rigidi, le articolazioni meno mobili. È questo il momento più adatto per dedicarsi allo stretching. Non quello che si fa per prepararsi a uno sforzo fisico o decontrarre i muscoli dopo, bensì come attività finalizzata a sciogliere tutto il corpo. Esercizi dolci, che si possono eseguire prima della colazione. Movimenti ampi, che hanno i muscoli come protagonisti diretti e non passivi. Dedicarsi a questo tipo di stretching aiuta, ma non è sufficiente. Occorre anche svolgere con regolarità esercizi di tonificazione (anche utilizzando piccoli pesi). In questo modo, si potrà contare su una muscolatura capace di controllare al meglio i movimenti articolari.


I MOVIMENTI DA FARE AL RISVEGLIO

Cinque esercizi da svolgere in successione per trarre il massimo dei benefici. Vanno fatti senza interruzioni. Il ciclo va ripetuto tre volte...

1. Gambe, schiena, spalle

Mettiti carponi, sul pavimento o su un materassino. Appoggia a terra le mani e i piedi, e tendi le braccia e le gambe, come a disegnare un triangolo. Rimani in posizione, inspirando ed espirando quattro o cinque volte.

Benefici

È questa una posizione che migliora la postura e distende i muscoli di gambe, schiena e spalle.

2. Schiena, dorso e spalle

Sempre carponi, tendi le braccia e allunga le gambe. Il collo deve essere esteso, lo sguardo puntato in avanti. I gomiti devono stare vicini ai fianchi, le gambe e i piedi appoggiati a terra.

Benefici

Fermati per 4-5 respiri, poi torna alla posizione precedente e rialzati in piedi.

Questo esercizio irrobustisce la schiena e distende i muscoli dorsali e le spalle.

3. Petto, spalle, gambe e braccia (1)

Fai un passo in avanti con la gamba destra. Solleva le braccia, tenendole tese, parallele al suolo. Ruota il piede destro leggermente all’esterno e il sinistro a 90 gradi (sarà perpendicolare alla direzione alla gamba). Piega il ginocchio destro in modo che lo stinco sia a 90 gradi rispetto al pavimento e la coscia parallela. La gamba sinistra è tesa. Il tronco è volto a sinistra. Le braccia sono aperte e lo sguardo è puntato sul braccio sinistro. Mantieni la posizione per 4-5 respiri.

Benefici

Favorisce l’allungamento dei muscoli di petto e spalle. rafforza la muscolatura delle gambe e delle braccia.

3. Petto, spalle, gambe e braccia (2)

Dalla posizione 3, con la gamba sinistra indietro e la destra piegata davanti, porta il peso indietro e, piano piano, siediti sulla gamba sinistra. Puoi appoggiare le mani a terra se non riesci a tenere l’equilibrio. Rimani in posizione. Ripeti i due esercizi (3 e 4) cambiando lato.

Benefici

Anche questa posizione favorisce l’allungamento dei muscoli di petto e spalle, e rafforza gambe e braccia.

4. Parte alta e cosce

Mettiti di fronte a un muro, con le mani appoggiate alla parete e le punte dei piedi più vicine possibili. Lentamente scendi con il busto, piegandoti sulle gambe per farle finire accosciate.

Benefici

Questo esercizio, oltre ad allungare i muscoli della parte superiore del corpo, potenzia quelli delle cosce.

262 visualizzazioni

©2020 Reg.Trib.CS n. 1 del 12.02.2020.